pasta

Il sale fa male? E' vero che può provocare il cancro allo stomaco? E' possibile sostituire il sale nell'alimentazione?   Il sale fa male? Come si può sostituire? Quanto sale mangiamo attraverso i cibi industriali? Il sale fa male all'organismo? Si può completamente eliminare dalla dieta oppure...
La pasta che esce dalla trafila contiene il 30% circa di acqua, che va portata al 12.5% con l'essicamento: in tal modo la pasta raggiunge la giusta consistenza e può essere conservata a lungo. La durata dell'essicamento dipende dalla temperatura: a 40-80 gradi occorrono 6-28 ore di tempo. Un...
L'impasto viene forzato attraverso una cavità con la forma voluta, alcuni coltelli tagliano la pasta della lunghezza desiderata. Le trafile possono essere in bronzo o in teflon. Nel primo caso la pasta risulta più ruvida, quindi assorbe meglio il sugo ma assorbe anche più acqua durante la cottura...
L’etimologia di "pasta", nel tardo latino pãsta (m), deriva probabilmente dal greco P A S T H (pástë), letteralmente "farina mista a un liquido" o "farina con salsa", a sua volta forma sostantivata del verbo P A S S E I N (pássein) "impastare". Però, nonostante l’origine greca del termine, non è...
Secondo Massimo Montanari, se è vero che non necessariamente la fame "porta con sé la morte", perché "gli uomini hanno grandi capacità di resistenza e di adattamento", è però altrettanto scontato che "le frequenti penurie, la paura che il cibo finisca o che il prossimo raccolto vada a male, sono...
Elaborata per la gestione dei frutteti ed alberi al fine di ottenere una corteccia liscia e sana, per rimarginare le ferite, difendere l’albero dai parassiti svernanti su di esso e nutrire il cambio. L’albero viene spennellato o irrorato in modo che tutta la corteccia, i rami e le gemme siano...
Si definisce semifreddo all’italiana il composto che ha come base:  crema pasticcera,  meringa italiana , panna montata.  Il semifreddo si distingue in: Semifreddo alla crema:                crema pasticcera,  della meringa italiana, dell’aroma in pasta (nocciola, pistacchio, ecc.), della panna...
Secondo il disciplinare per la definizione di standard internazionali per l'ottenimento del marchio "Pizza Napoletana" la cottura deve avvenire in forno a legna a circa 485 °C per circa 90 secondi.