legge

    Alimenti surgelati, cosa dice la legge? Decreto Legislativo 27 gennaio 1997, n. 110: attuazione della direttiva 89/108/CEE in materia di alimenti surgelati destinati all’alimentazione umana Decreto Legislativo 27 gennaio 1997, n. 110 Attuazione della direttiva 89/108/CEE in...
TITOLO IDEFINIZIONEArt.1 (Così sostituito da D.P.R. 30.6.98 n. 272)La denominazione "birra" è riservata al prodotto ottenuto dalla fermentazione alcolica con ceppi di saccharomyces carlsbergensis o di saccharomyces cerevisiae di un mosto preparato con malto, anche torrefatto, di orzo o di frumento...
Riferimenti di Legge:Legge 16.8.1962 n° 1354; Legge 16.7.1974 n° 329; Legge 3.7.1976 n° 454; Legge 17.4.1989 n° 141; D.M. 1.7.1994 n° 519; D.M. 19.11.1996 n° 682; D.P.R. 30.06.1998 n. 272;D.M. 26.02.1996;D.M. 30.06.1998 n.250; N.B. La normativa grassettata costituisce la legge-guida della materia....
Un'ulteriore garanzia di qualità è data dalla lettura dell'etichetta, che deve obbligatoriamente specificare la provenienza. Da questo punto di vista, le carni di animali nati, allevati e macellati in Italia (simbolo in etichetta = I) offrono oggi grande garanzia di sicurezza.
Il pane è spesso al centro di controversie, essendo da più parti ritenuto responsabile di alcune patologie (dall’obesità al diabete) che affliggono ormai molte fasce della popolazione italiana. Pare importante sottolineare una volta di più quanto sia inopportuno (sotto il profilo della salute)...
ll pane, secondo la Legge 4 luglio 1967, n. 580, (rivista con il D.P.R. 9 febbraio 2001, n. 187) è “il prodotto ottenuto dalla cottura totale o parziale di una pasta convenientemente lievitata, preparata con sfarinati di grano, acqua e lievito, con o senza aggiunta di sale comune (cloruro di...
 La denominazione “pane” è riservata al prodotto ottenuto dalla totale o parziale cottura di una pasta lievitata, preparata con sfarinati di grano, acqua e lievito, con o senza l’aggiunta di sale e di altri ingredienti ammessi D.P.R.n.502/98  Art.3 (parziale) Ingredienti ammessi per il...
1. Nei locali di vendita il pane non confezionato deve essere conservato in appositi contenitori o scomparti (di materiali dichiarati idonei al contatto con il prodotto alimentare). 2. In ogni contenitore va conservata una sola tipologia commerciale.  In particolare: - Pane prodotto con...
Come tutti sapranno, gli alimenti in commercio spesso contengono degli ingredienti allergenici che, se non dichiarati in etichetta, possono provocare reazioni violente nelle persone predisposte. E’ per questo motivo che l’UE, da anni, si è attivata per cercare di garantire una tutela in più in...
L. 4 luglio 2005, n. 123 Pubblicata nella G. U. 7 luglio 2005, n. 156 Definizione. 1. La malattia celiaca o celiachia è una intolleranza permanente al glutine ed è riconosciuta come malattia sociale. 2. Il Ministro della salute provvede, con proprio decreto, in conformità con quanto disposto dal...

Pagine