Intolleranze Alimentari

L. 4 luglio 2005, n. 123 Pubblicata nella G. U. 7 luglio 2005, n. 156 Definizione. 1. La malattia celiaca o celiachia è una intolleranza permanente al glutine ed è riconosciuta come malattia sociale. 2. Il Ministro della salute provvede, con proprio decreto, in conformità con quanto disposto dal...
L’alimentazione senza glutine non è, come potrebbe sembrare, punitiva, limitativa o legata necessariamente al concetto di rinuncia. Partiamo dall’alimentazione mediterranea, alla quale gli italiani fanno riferimento: scopriremo una moltitudine di alimenti naturalmente privi di glutine che ognuno di...
La sicurezza degli alimenti Il problema delle contaminazioni è un problema che caratterizza in maniera trasversale la produzione di alimenti, sia nell’industria che nella ristorazione. Nella preparazione di alimenti le possibili contaminazioni possono essere essenzialmente di tre tipologie:...
Le informazioni che AIC veicola agli operatori impegnati nella produzione degli alimenti senza glutine o nella ristorazione senza glutine, sono basate sull’analisi del rischio e sulle procedure standard applicate in questi settori per il controllo degli allergeni e delle contaminazioni in generale...
AIC è rigorosa nella verifica degli alimenti e nella definizione delle procedure per l’industria alimentare e la ristorazione, ma lo è altrettanto nel non veicolare informazioni che possano scatenare inutili apprensioni nel consumatore celiaco, condizionando inutilmente l’approccio agli alimenti....
Molti sono i dubbi ancora non risolti dalla scienza: nessuno sa dirci se una assunzione di glutine molto rilevante (ad esempio un panino, che può contenere più di 2 grammi di glutine[3], cioè quaranta volte il limite tossico dei 50 mg stabilito dallo studio del Professor Catassi) in un solo giorno...
L’unica terapia ad oggi nota per la celiachia è la dieta senza glutine, sostanza che è definita “tossica” per il celiaco. Gli studi disponibili in letteratura sono pochi. Degno di essere citato è  “Toxicity of gluten traces in patients on treatment for celiac disease: a prospective, double-blind,...
In sintesi, oggi in Italia e nel mondo i prodotti definibili “senza glutine”, e che possono utilizzare tale dicitura per classificarsi come tali, sono quelli con contenuto di glutine < a 20 ppm. La normativa comunitaria conferma quanto sostenuto da AIC da sempre, anche quando in Italia il...
Nel dare informazioni su questo argomento AIC tiene conto delle fonti normative, nazionali ed internazionali; delle conoscenze scientifiche sui limiti di tossicità del glutine e sui consumi di alimenti senza glutine; del principio di precauzione sancito dall’Unione Europea. Inoltre, AIC...
Possiamo definire come contaminazione (accidentale) l’aggiunta involontaria di sostanza al prodotto alimentare / pasto causata da eventi accidentali o comunque non voluti e, pertanto, non controllabili. Normalmente le contaminazioni si esplicano in presenza di tracce della sostanza nel prodotto,...

Pagine